venerdì 13 aprile 2012

Le boccacce di Lucy

In un paese non molto lontano, Lucy aveva deciso di fare la segretaria. Come d'abitudine ogni 5 anni le cose nel paese cambiavano per via del cambio di amministrazione. I cittadini andavano a votare e potevano scegliere da chi farsi rappresentare. Lucy era una persona che molti in città non sopportavano, per via del suo modo di fare. Alla fine qualcuno è pure riuscito a dire in una piazza virtuale che non volevano che con loro ci fosse Lucy, per via della sua arroganza. E allora Lucy iniziò a dirne di tutti i colori, ne aveva una per tutti.
In sostanza con la sua parlantina, sbeffeggiava tutti, nessuno era più bravo di lei. Lei sola aveva sempre ragione, gli altri non potevano mai avere ragione. Qualsiasi discussione intraprendessero, arrivava Lucy che li ribaltava per dire tutto e il contrario di tutto.
Proprio perchè Lucy non ammetteva che altri potessero avere un'idea uguale alla sua, se non era lei che aveva deciso che una cosa si doveva fare, piuttosto che calvalcare un'idea che non era uscita prima dalla sua bocca, che da lei non era stata pensata per prima, allora boicottava quella idea.
Lucy è proprio la tipica segretaria puntigliosa, quella che deve mettere i puntini sulle i, che ti rispiega le stesse cose per 1000 volte fino a che tu esausto lasci perdere e molli il discorso.
Allora Lucy è felice, pensa che finalmente gli altri hanno capito che solo lei ha ragione, non rendendosi conto che invece nessuno la vorrà mai al suo fianco ad amministrare la città.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...